bottiglia-groppello-cantina-lasterosse
bottiglia-groppello-cantina-lasterosse

Groppello o Groppello di Revò

Vitigno storico della Val di Non, rarissimo con una storia antica e bellissima. Vino rosso, originale ed in purezza. Vino sincero, da presentare e da accompagnare.

Storia

Documenti storici certificano il Groppello come la produzione principale di queste zone, come il vino che veniva conferito in grandi quantità alla Corte dell’Impero Austro-Ungarico. Il vino che diede origine nel 1893 ad una delle prime Cantine Sociali del Trentino, a testimonianza della vocazione viticola della Val di Non.

Negli anni seguenti, la Grande Guerra, la fillossera e la diffusione della frutticoltura, lo videro disperso e dimenticato. Negli anni 2000 un gruppo di tenaci agricoltori decisero di recuperarlo e di riproporlo come coltivazione. Oggi però i vignaioli rimasti sono solo 4.

La nostra azienda nasce appunto nel 2000 con un nuovo impianto di Groppello. Le viti erano già presenti nella nostra azienda agricola da tantissimi anni, ma venivano coltivate per stretto uso familiare. Innamorati del Groppello, ci abbiamo creduto, abbiamo impiantato ancora, ma ci siamo accorti che è ancora poco conosciuto e che soprattutto è davvero a rischio estinzione. Gli ettari vitati sono poco più di 5, coltivati tutti a mano. Inizia così nel 2020 una nuova grande missione, salvare, proteggere e valorizzare il vitigno Groppello perché custode della storia e delle tradizioni del nostro territorio.

Un progetto che abbiamo personalmente creato e curato. Nasce così un movimento di amore completamente social che si chiama “You are Groppello” dove tutti possono partecipare dedicando una foto o un video al Groppello e usando l’hashtag #youaregroppello.

I filari di vite Groppello diventano protagonisti di “adotta un filare”. Ogni anno vengono messi in adozione tutti i filari di Groppello e gli adottanti seguono in prima persona la crescita della vite, dal germoglio alla vendemmia. Assaggiano il vino prodotto e vengono a conoscerci per brindare insieme.

A chiusura di questo progetto abbiamo aderito al circuito Big Bench community project ed abbiamo installato una Panchina Gigante nel nostro vigneto di Groppello. Una grande panchina a lui dedicata, la Panchina del Groppello. Una panchina per sedersi e tornare bambini, una panchina per guardare lontano, una panchina per aiutare il Groppello. Questa panchina è diventata anche meta libera di viaggiatori che vogliono conoscere un pezzettino di Val di Non rurale davvero affascinante.

Il Groppello diventa così il vero vitigno eroe delle Dolomiti, testimone di questo territorio, della viticoltura eroica di montagna e della biodiversità.

Il Groppello, uno dei vitigni autoctoni del Trentino che ha visto essere riconosciuto, nel 2021, Prodotto dell’Arca di Slow Food.

 

CLASSIFICAZIONE
IGT “Vigneti delle Dolomiti”

NOME
Groppello o sinonimo Groppello di Revò

COMPOSIZIONE
100% Groppello. Vitigno autoctono trentino.

TERRITORIO
Romallo (TN) - Val di Non
Terreni argillosi con presenza di roccia. Posizione soleggiata. Pendenze elevate.
Resa 60 q.li/Ha

SISTEMA DI COLTIVAZIONE
Guyot a 650-730 m s.l.m.

VENDEMMIA
Raccolta manuale e tardiva (ultima decade di Ottobre)

VINIFICAZIONE
Fermentazione tradizionale in serbatoi di inox con frequenti rimontaggi.
Breve affinamento in botti di legno.

 

 

 

 

Curiosità

  • Dall’uva Groppello nasce un vino che porta lo stesso nome del vitigno. Non si può sbagliare, hanno lo stesso nome!
  • E’ un vino IGT con Indicazione Geografica Tipica. Significa che viene prodotto e vinificato secondo le regole del Disciplinare IGT Vigneti delle Dolomiti.
  • E’ il vino che profuma di bosco perché nei suoi aromi si sente la terra buona, il sottobosco con il muschio, le erbe selvatiche, le bacche rosse, le foglie secche. Hai mai passeggiato nel bosco in autunno in una giornata di pioggia?
  • E’ un vino pepato. Si sente la spezia, il granello di pepe. All’interno di questo vino vi è una molecola che si chiama Rotundone che conferisce la caratteristica aroma di pepe. Persiste nella bocca dopo ogni sorso. Provare per credere!
  • E’ un vino con un’acidità importante, non comune. Acidità è anche longevità, è pulizia del palato, è diversità.
  • Il suo abbinamento perfetto è con il Tortel di patate, piatto tipico delle nostre merende. Tortel & Gropel, un modo di scoprire la Val di Non.

bottiglia-GROPPELLO-cantina lasterosse

Note gustative

Colore rosso rubino intenso.
Profumo di sottobosco, terra buona ed erbe selvatiche.
Gusto deciso con una piacevole acidità e note di pepe.

Grado alcolico

12,5% vol.

Temperatura di servizio

18° C

Abbinamenti

Torte di patate e Tortei de patate (piatto tipico della Val di Non)

Tagliere di salumi affumicati e formaggi di malga
Minestra d’orzo e minestre di legumi.
Secondi piatti di carne e selvaggina.

Scroll to top